.. ..
Logo Azienda elettrica
.. Sfoglia online AET informa
slideimg0 slideimg1 slideimg2 slideimg3 slideimg4 slideimg5 slideimg6 slideimg7 slideimg8 slideimg9 slideimg10 slideimg11 slideimg12
Ci prendiamo cura
    della vostra energia

Attualità

Borsa elettrica
..

Pubblicata

Giovedì 5 Febbraio 2015

PUN torna sotto 50 € (-2,3%)

Nella settimana n. 5 del 2015 da lunedì 26 gennaio a domenica 1 febbraio i volumi di energia scambiati sulla borsa elettrica, pari a 3,9 milioni di MWh, si sono ridotti del 2,1% rispetto alla settimana precedente. In leggero aumento la liquidità del mercato salita a 66,5% (+0,5 punti percentuali).

Il prezzo medio di acquisto (PUN), ancora ai minimi da agosto 2014, ha registrato una flessione del 2,3% scendendo a 49,61 €/MWh (-1,14 €/MWh). L'analisi per gruppi di ore rivela una variazione maggiore (-4,2%) nelle ore di picco, a 56,23 €/MWh, e una meno significativa (-0,9%) in quelle fuori picco, a 45,94 €/MWh. In ulteriore leggero calo quindi il rapporto picco/baseload a 1,13.

Il prezzo orario d'acquisto più elevato, pari a 69,6 €/MWh, è stato registrato alle 19 sabato 31 quando nel Sistema Italia erano programmati scambi per 38.356 MWh; il prezzo orario più basso, pari a 28 €/MWh si è registrato alle ore 5 e 6 di domenica 1.

Il prezzo di vendita ha registrato variazioni comprese tra il -1,7% (Sardegna, Centro Sud e Centro Nord) e -2,1% (Sud) in quasi tutte le zone con l'eccezione della Sicilia. Quest'ultima evidenzia un calo del 7,7% pur restando la zona col prezzo più elevato (57,46 €/MWh). Il Nord si conferma la zona più competitiva (-1,8% a 48,92 €/MWh) seguito a breve distanza da Sud (48,97 €/MWh), dalle zone centrali, unite in un'unica zona a 49,46 €/MWh e dalla Sardegna (49,54 €/MWh). Ulteriori dettagli sugli esiti del mercato elettrico sono disponibili nella sezione “Statistiche e monitoraggio – mercati elettrici” del sito internet del GME.

 
..
..
.. .. .. ..
..
..
..